Pieve di San Giovanni Evangelista - MONTEMAGNO

Sulla sommità del colle della frazione di Montemagno – feudo assegnato da Federico Barbarossa al vescovo di Pistoia nel 1155 – si trova la pieve di San Giovanni, menzionata per la prima volta nel 1132. Nella parte absidale si conservano ancora le antiche strutture romaniche, mentre all’esterno vi sono evidenti caratteri moderni, conseguenza delle modifiche che si sono succedute dal 1600 in poi. L'imponente altare maggiore eretto nell'anno 1678 - come si legge si può vedere nella lapide del paliotto - è realizzato completamente in pietra serena e asseconda il gusto severo dei modelli cinquecenteschi. Sullo stesso altare troviamo un dipinto del pittore lucchese Girolamo Scaglia raffigurante Cristo tra Mosè ed Elia. Sulla parete d'ingresso, all’interno di una cantoria di legno sostenuta da quattro pilastrini, è collocato l'organo monumentale. Lo strumento fu realizzato dall'organario pistoiese Filippo Tronci tra il 1878 e il 1879.

Iscriviti alla nostra mailing List. Non perdere mai un aggiornamento

Accetto l'informativa sulla privacy
  • twitter
  • facebook
  • w-youtube